Selenoproteina come antiossidante

Il selenio può essere utilizzato come antiossidante per ridurre lo stress ossidativo causato dai radicali liberi. Il danno dei radicali liberi è la causa principale dell'invecchiamento, poiché provoca danni cellulari, perossidazione lipidica, infiammazioni, disfunzioni immunitarie e una serie di altri problemi. Il danno dei radicali liberi è in gran parte dovuto all'ossidazione dei composti solforati, che vengono prodotti a seguito del metabolismo del corpo. Il selenio aiuta il corpo a produrre più composti di zolfo ed è quindi un efficace antiossidante a sé stante.

Il selenio è in realtà un elemento metallico con il simbolo Se, numero atomico 34 e numero di peso 9. È un metallo non carico con proprietà di un intermedio tra tellurio e zolfo e ha proprietà simili all'arsenico e allo zolfo. Fu isolato per la prima volta in Germania nel 1930 e fu utilizzato per la prima volta commercialmente negli anni '40 come ingrediente nei pesticidi, in particolare negli insetticidi bromuro di metile. A causa della sua somiglianza con il tellurio è stato utilizzato come inibitore del cancro negli esperimenti di laboratorio tedeschi. Da allora, la ricerca sull'uso di questa sostanza come antiossidante è in corso.

Il selenio è noto per stimolare la produzione di collagene ed elastina da parte della pelle, essenziali per un invecchiamento sano. Ha anche dimostrato di invertire le rughe e le linee sottili. In studi di laboratorio è stato dimostrato che protegge le cellule umane dalle radiazioni UV-B. Inoltre protegge il DNA dal danno ossidativo, proteggendo così le cellule da vari tipi di cancro. Ciò è dovuto al fatto che gli antiossidanti possono eliminare i radicali liberi e impedire loro di attaccarsi ai tessuti sani, oltre a prevenire il danno che causano alle cellule sane neutralizzando gli effetti dei radicali liberi.

Per la sua capacità antiossidante è utile nel ridurre l'infiammazione che si verifica nelle zone infiammate e nella guarigione delle ferite. Alcuni ricercatori ritengono che il ruolo della selenoproteina sia quello di aumentare il livello di collagene ed elastina nella pelle, che sono entrambi essenziali per un sano invecchiamento e guarigione.

Sebbene siano disponibili diverse formulazioni di selenoproteine, la più utilizzata è l'integratore Kinerase. Contiene alti livelli di selenoproteine che sono state sintetizzate utilizzando un processo chiamato profilo di espressione genica. Questa tecnologia ha consentito l'uso della tecnologia genetica per identificare le variazioni genetiche che determinano la selenoproteina più appropriata da produrre. Il risultato è una selenoproteina accuratamente formulata, che contiene solo selenoproteine presenti in natura, senza contaminanti artificiali o enzimi sintetici.

Uno dei vantaggi della selenoproteina è che non interferisce con i farmaci che potresti assumere e che non devi prendere precauzioni speciali per evitare effetti collaterali. Se hai una malattia epatica cronica o il diabete, potrebbe non essere la scelta migliore per te, ma per molte persone è una scelta eccellente.