Wasabella Tenerife-Una regina che scappò di casa

Nella sua opera più famosa, Ben Jonson crea Isabellaetthan, la donna più bella della Spagna. Lei è la regina di Spagna e un grande amante. Ma dietro questa bellezza e fascino c’è un segreto pericoloso. Isabella nacque come figlia del re Filippo, ma era già una giovane donna quando suo marito scomparve senza dirglielo. Fu accolta dal conte di Sandwich e da lì, alla fine del Cinquecento, divenne una figura famosa in Europa.

Quando il re di Spagna di playboy morì, la sua regina prese il controllo del suo regno e divenne la sua moglie preferita. Amava molto la sua nuova vita che persino i servitori della sua corte non esitavano a flirtare con lei. L’unico che la sospettava di scappare con la corona era suo marito, Gaspar Cortes. Tuttavia, quando suo marito scomparve un giorno, Isabella entrò in una profonda depressione. Credeva che il suo dio l’avesse abbandonata e così ha deciso di dedicare la sua vita al servizio della famiglia del marito.

Si vestiva con tutti gli splendidi abiti che i reali spagnoli indossavano e viveva una vita spensierata. Non ha mai cercato di nascondere il triste fatto di essere infelice. Andò nella sua camera nel palazzo reale di Madrid e pianse mentre pensava al marito morto. Un giorno, un messaggero della corte portò la notizia che suo padre, il re, era morto.

Isabella era devastata. Era sempre stata trattata con rispetto e non avrebbe mai immaginato che sarebbe stata trattata come una comune cortigiana. Wasabella non era solo arrabbiata per la morte di suo padre, ma anche perché non le aveva mai dato ordini. Ha accusato Cortes di trattamento crudele e testardaggine che ha detto che le aveva fatto perdere la testa.

Per diversi giorni, Isabella si sedette nel suo letto e si rifiutò di mangiare o bere. La mattina dopo, il medico che l’ha visitata le ha consigliato di andare da un consigliere che potrebbe aiutarla a risolvere i suoi problemi. Il consigliere disse a Isabella che avrebbe dovuto chiedere la mediazione di suo padre. Isabella era fermamente convinta che non avrebbe obbedito a tale comando in quanto avrebbe significato disonorare la memoria di suo padre. Il consigliere cedette e Isabella rispettò.

Isabella fu molto dispiaciuta di sapere che il re non aveva mai partecipato alle sue prove. Sentiva che il trattamento squallido che aveva ricevuto dal suo matrimonio era ingiustificabile. Fu confortata quando il re la mandò in un monastero, affermando che voleva riconciliare il suo rapporto con lei. Isabella si consolò al pensiero che suo padre, la grande Spagna, non l’avesse trattata così crudelmente.