Recensione del libro Le cose che non possono dire e le cose che hanno fatto di Fabrizio Saramano

Uno dei romanzi più belli che ho letto da tempo è “Le cose che non possono dire” di Fabrizio Santamaria. A mio parere l’autore ha deciso di scrivere un libro di romanticismo usando solo due personaggi principali, ma quello che ha fatto è stato così unico che ho sentito che ha creato più di uno. Il libro parla di Joseph e Sarah Smith, sono sposi e sono appena stati sposati.

Poco dopo il loro matrimonio si verifica uno strano incidente d’auto che ferisce entrambi. Joseph, un uomo molto cauto, all’inizio non ci pensa molto, ma ben presto inizia a rendersi conto della portata di ciò che è accaduto. Di fronte alla realtà che sua moglie è ora fisicamente instabile a causa di un incidente che l’ha lasciata con amnesia, si precipita immediatamente in chirurgia per far guarire sua moglie, ma quando torna a casa due mesi dopo, ha scoperto che non è la stessa donna che ha sposato.

Ci sono state molte speculazioni su ciò che ha causato questa trasformazione, ma in questo viene rivelato il colpevole. Si scopre che il marito di Sarah, Mario, le ha impedito di vedere il loro figlio appena nato, Mario, da quando ha avuto una relazione con un’altra donna. Ora Sarah ha capito che deve superare questo orribile segreto, altrimenti suo marito non le permetterà mai di avere un altro figlio. Per fare questo, lei deve fare un piano di fuga che include non solo trovare l’uomo che ama, ma anche tornare con Mario.

Le cose che non possono dire e il suo seguito, Le cose che hanno fatto, sono entrambi libri eccezionali. Personalmente ritengo che le cose che non possono dire siano un po ‘ diverse dalle cose che hanno fatto, ma in entrambi i libri i personaggi centrali, Joseph e Sarah, riescono a superare ogni storia. Inoltre, entrambi i libri sono letture terrificanti perché l’autore Santamaria crea personaggi meravigliosi, e ho sentito che ha catturato l’essenza del luogo ha scritto circa in modo tale che mi sentivo ero in realtà lì nella storia.

Le cose che non possono dire e le cose che hanno fatto continuano dove le cose che non dicono si sono interrotte, dopo diversi anni. Tuttavia, credo che le cose che fanno finiscono per essere migliori. Questo secondo libro è molto veloce, e mi ha tenuto interessato in tutto. Il fatto che i personaggi principali siano tornati nel mix ha reso le cose più interessanti per me. Inoltre, penso che il fatto che ci siano stati alcuni colpi di scena aggiunti al racconto abbia aiutato il libro. Il fatto che non sapevo cosa sarebbe successo dopo ha reso le cose un po ‘ più incerte.

Infine, voglio ricordare che questo è un ottimo inizio per una serie. Non vedo l’ora di vedere il resto dei libri della serie. Mi sono innamorato di questo primo libro, e non credo che sarò in grado di smettere di leggerlo. Consiglio vivamente Le cose che non possono dire e le cose che hanno fatto. Questi sono due dei miei libri preferiti di Fabrizio Santamaria.