Anisyia Livejasmin può influenzare i gatti sani?

Anisyia livejasmin o Anisymalys jones è un gatto dai capelli d’argento, a due dita con un aspetto regale. E ‘ stato molto tempo fa, quando questo bellissimo felino dai capelli argentati è stato importato dal Perù da un Dr. J. C. Van de Miel, che stava lavorando in Oriente. All’animale fu dato il nome “Livejasmin” e visse con lui in Inghilterra. Il veterinario che si è preso cura del gatto non sapeva che aveva altri problemi di salute, quindi ha prescritto anestetici per un eventuale trattamento di un’infezione. Ma nel tentativo di calmarlo, lo mise a dieta con batuffoli di cotone, che funzionarono, ma il gatto continuò a soffrire.

Dopo aver dato alla luce due gattini, la madre morì di parto e fu sepolta viva. La sua tomba era segnata da una piccola croce di legno. Il suo nome era Anisymma, che significa “colui che muore”. Questo sfortunato felino fu sepolto con tutti gli altri gatti morti del laboratorio e fu trovato da suo figlio, George che la portò al St. Lawrence Hospital di Londra.

Dalla morte di Anisymel, questo dolce gatto è stato trattato con idrossiclorochina, un agente antifungino simile al clorochene. Questo farmaco agisce come un agente antifungino ed è usato per trattare il piede d’atleta e la tigna del cuoio capelluto. L’idrossiclorchina non è adatta per gatti con ossa deboli o affetti da malattie del fegato, poiché è anche tossica. Quindi, oltre agli anestetici per il trattamento, questo farmaco non può essere somministrato a questo animale.

George è stato in grado di trattare la sua amata anisyelia con integratori dietetici e controlli regolari. A sei mesi di età, il gatto è stato in grado di controllare la sua assunzione di anestetico attraverso un integratore alimentare, eliminando così la necessità di anestetici. Sfortunatamente, la condizione non migliorò e a George fu detto che la malattia era progredita al punto che ora era necessario un intervento chirurgico. Fortunatamente, a otto anni, il gatto si era finalmente ripreso dalla malattia. Non aveva sintomi anisy ed è stato dimesso dall’ospedale un camper felice.

Sfortunatamente, il giorno dopo, il gatto fu trovato morto nel suo letto. Il veterinario che ha eseguito l’autopsia ha rilevato la paramixomia, una condizione pericolosa per la vita che comporta la presenza di sangue nelle urine. Il risultato potrebbe essere confermato solo dall’analisi microscopica di campioni di tessuto prelevati dal rene e dal fegato del gatto. Non è chiaro come questa complicanza mortale dell’anisimia possa essere stata contratta dal gatto, ma George e altri membri della famiglia devono aver inavvertitamente condiviso il letto dove è morto questo sfortunato animale domestico.

Poiché la paramixomia può essere fatale, il trattamento dell’anemia anisimalmente indotta deve essere intrapreso il più rapidamente possibile. Questo è particolarmente vero nei gatti di età inferiore ai due anni. Se il tuo gatto ha subito un intervento chirurgico per qualsiasi motivo, potrebbe non consumare abbastanza cibo e potrebbe richiedere un’integrazione nutrizionale aggiuntiva. Assicurati di controllare con la clinica veterinaria in cui il tuo gatto è stato trattato per i dettagli su come aumentare l’assunzione di cibo del tuo gatto. Il veterinario può anche essere in grado di raccomandare una dieta specializzata per il vostro animale domestico.